martedì, maggio 01, 2007

Ho 12 anni, faccio la cubista, mi chiamano principessa

da lafeltrinelli.it



Marida Lombardo Pijola conduce un’indagine
mai tentata prima sul mondo delle discoteche
pomeridiane, frequentate da adolescenti tra gli undici
e i tredici anni. Avvalendosi di informatori interni,
l’autrice ha svelato il quadro allarmante
di una generazione (ancora) invisibile al sistema
dei media e al controllo sociale, eppure
spontaneamente ma rigidamente organizzata.
Uno stuolo di bambine che escono da casa in scarpette
da ginnastica e jeans, entrano in discoteca,
indossano abiti invisibili e si trasformano in carne viva,
pasto erotico per ragazzini affamati di sesso televisivo.
E uno stuolo di coetanei, di professione pr,
che reclutano (durante la ricreazione scolastica)
abbonati per il locale e cubiste giovanissime, organizzati
in piramidi di potere in cui ricevono, a seconda
della posizione, i favori sessuali delle bambine cubiste.



Qui l'intervista (agghiacciante) all'autrice dal sito di 8e1/2 (La7)


Bene... molto bene...