sabato, maggio 26, 2007

Il governo afgano s'impossessa degli ospedali di Emergency

Dalla Newsletter di Emergency



Un messaggio del ministero della sanita' afgano informa che "aprira'

ufficialmente i 3 ospedali sabato 26 maggio" e questo conferma come

l'obiettivo del governo Karzai fosse l'espulsione dal paese di un

testimone sgradito.

Dai registri degli ospedali di Emergency risulta la quantita' di

vittime civili della guerra in corso. Gli ospedali di Emergency

documentano, in se stessi, la possibilita' di un'assistenza sanitaria

efficace, gratuita e rispettosa, che il governo Karzai non vuole

attuare.

Risulta anche chiarito come l'arbitraria fissazione di un "ultimatum"

per il 25 maggio fosse un mediocre espediente per espellere Emergency

senza assumerne diretta ed evidente la responsabilita'.

Di questa iniziativa non e' vittima una ONG, ma la popolazione afgana,

che ha ripetutamente sollecitato le autorita' del paese a rendere

possibile il ritorno di Emergency.

Emergency considera questo esito facilitato dall'indifferenza e dalla

sostanziale complicita' del governo italiano.

Emergency rinnova il suo impegno per la liberazione di Rahmatullah

Hanefi, che da oltre due mesi subisce dal governo Karzai vessazioni e

abusi.



L'appello per chiedere la scarcerazione di Rahmatullah Hanefi.